Scegliere il bicchiere giusto

Se state pensando all’allestimento della tavola per le feste e avete il dubbio su quali bicchieri utilizzare abbiamo pensato di aiutarvi con una semplice guida per non sbagliare mai.

Le caratteristiche dei bicchieri da usare variano a seconda delle caratteristiche del vino che si andrà a degustare. Un Pinot Grigio Brut deve essere servito in un flûte, così come gli altri spumanti, perché il corpo stretto e lungo permette al perlage di svilupparsi, mentre il diametro strette favorisce la percezione degli aromi anche più delicati.

Un Custoza verrà invece servito in un tulipano, con l’apertura dritta e il corpo ampio abbastanza per permettere di assaporare il bouquet in tutte le sue sfumature. Il tulipano va bene per tutti i bianchi fermi, prestando attenzione solo all’ampiezza maggiore in caso di bianchi più complessi come un Lugana 

Con i rossi non si sbaglia mai se si sceglie il classico balloon, per i rossi giovani si può utilizzare anche il tulipano, ma per vini rossi complessi come un Ripasso Superiore è necessaria la maggiore ossigenazione fornita dall’ampiezza del balloon o addirittura del grand balloon per l’Amarone.

Il Recioto come gli altri vini dolci va servito in un tulipano di piccole dimensioni, così da dosare meglio la porzione.

I bicchieri per il vino devono ovviamente essere in vetro sottile o cristallo, ma sempre trasparente così da poter apprezzare al meglio le sfumature del vino all’interno.

Anche posizionare i bicchieri sulla tavola nella maniera corretta secondo il galateo richiede una certa arte. La posizione giusta sarebbe in alto a destra rispetto al piatto. Il bicchiere dell’acqua va più a sinistra e indietro, a meno che non sia senza stelo, in quel caso meglio metterlo davanti a tutti, poi vanno i bicchieri più grandi cioè quelli da rosso e scalando quelli più piccoli da bianco, avvicinandosi sempre più al piatto. Se già a tavola il flûte va posizionato dietro ai bicchieri principali, mentre gli altri bicchieri “speciali” usati per esempio per il vino dolce o gli amari possono essere portati a tavola quando servono, per evitare di affollare lo spazio inutilmente.