Stinco di vitello

Ingredienti per 4 persone

  • 1 stinco di vitello (dalla coscia posteriore)
  • sale
  • pepe
  • olio (per rosolare)
  • 80 ml di vino bianco
  • 500 ml di fondo scuro di vitello
  • 1 carota tagliata a dadi
  • 1 cipolla tagliata a dadi
  • 2 gambi di sedano tagliati a dadi
  • 1 rametto di rosmarino
  • 5–6 foglie di salvia
  • fecola (se necessaria)

Preparazione

  1. Salare e pepare lo stinco di vitello.
  2. In una padella scaldare l’olio e rosolare la carne da tutti i lati.
  3. Successivamente infornarla a 180 gradi per 30 minuti. Girarla di tanto in tanto e bagnarla con il vino bianco e il fondo di vitello.
  4. Ridurre la temperatura a circa 150 gradi. Aggiungere le verdure (carota, cipolla e sedano) e le spezie (rosmarino e salvia).
  5. Quando la carne è cotta (dopo circa 2 ore) toglierla dal forno e tenerla al caldo.
  6. Eventualmente far ridurre la salsa, filtrarla, aggiustarla di sale e pepe e se necessario legarla con della fecola.
  7. Servire lo stinco intero con l’osso.

Vino Consigliato: Amarone della Valpolicella Riserva

Scheda tecnica vino

Vigneti: ”Mandolari”, “Tondin”, “Bosco”, “La Costa”.
Uvaggio: Corvina 60%, Corvinon 25%, Rondinella 15%.
Vendemmia: raccolta manuale (terza decade di settembre selezione dei migliori grappoli esposti al sole).
Vinificazione: dopo un periodo di surmaturazione naturale in fruttaio che varia dai 90 ai 110 giorni, la pigiatura avviene in botti troncoconiche di rovere da 50 hl. La fermentazione (dove il mosto è per 30-40 giorni a contatto con le bucce) avviene senza l’aggiunta di lieviti grazie all’integrità delle uve.
Maturazione: affinamento in barriques da 350 litri per ca. 36-40 mesi e infine in bottiglia per 6 mesi.
Caratteristiche: colore rosso rubino carico tendente al granato; profumi molto puliti di frutta a bacche, marmellata e ciliegie sotto spirito; regala sapori di vaniglia, spezie, liquirizia e mandorle amare.
Gradazione: La gradazione è di 16% Vol.
Abbinamenti: si sposa magnificamente con piatti robusti come selvaggina o arrosti, formaggi molto stagionati, ma è anche un ottimo vino da meditazione.
Servizio: Da servire ad una temperatura di 18°-20°. Stappare almeno due ore prima di servirlo.
Formato: Bottiglia da 0.75 l.