Valpolicella: il gusto di un territorio

Il Valpolicella è un prodotto antico e distintivo del nostro territorio. Veniva definito anche vino Retico, per la popolazione presente in quel periodo sul territorio e viene citato per la sua bontà da diversi autori latini tra cui Plinio il Vecchio, Virgilio e Marziale. Con il tempo è andato ad affinarsi e oggi è presente un disciplinare molto rigido che regolamenta e tutela la produzione di questa eccellenza.

Viene prodotto con uve autoctone della zona veronese come Corvina e Rondinella. L’uva Corvina rende i vini dinamici, pieni e intensi, può essere presente nel nel Valpolicella dal 45% al 95% e sostituita fino al 50% da uva Corvinone, molto simile nelle caratteristiche. La Rondinella può essere presente invece dal 5% al 30%, ma ha un grande impatto sul colore e sui profumi del vino. Vengono poi integrate altre uve complementari a bacca nera come l’Oseleta, molto fruttata e speziata o la Molinara.

I Valpolicella sono vini di ottima qualità, hanno una buona bevibilità e un gusto che li rende adatti a molti abbinamenti diversi. Nella nostra cantina produciamo tre tipi di Valpolicella: il Valpolicella Classico, il Valpolicella Classico Superiore e il Valpolicella Classico Ripasso.

Un Valpolicella può essere definito DOC Classico se è prodotto nei cinque comuni storici della Valpolicella originaria, tra cui appunto si trova anche Fumane.

Il nostro Valpolicella Classico ha un colore rosso rubino brillante e un profumo intenso e fruttato. Il gusto asciutto e armonico lo rende adatto ad abbinamenti che vanno dai salumi, ai primi piatti, ma anche ai secondi di carni bianche.

Il Valpolicella Classico Superiore viene creato con le uve più pregiate, selezionate nella raccolta tardiva di fine ottobre. L’affinamento avviene in botti di rovere per circa 12 mesi, seguite poi da 3 mesi in bottiglia, creando così un vino più spesso e consistente. Il colore rosso rubino è estremamente carico, il gusto è piacevolmente sapido e armonioso. Si accompagna bene a secondi piatti dal gusto deciso come formaggi stagionati, arrosti, agnello al forno.

Il Valpolicella Ripasso Classico Superiore si distingue dagli altri per il metodo del “ripasso” che consiste nel far rifermentare il Valpolicella Classico sulle vinacce dell’Amarone e del Recioto per acquisire ulteriori profumi, colore e corpo. L’affinamento viene fatto in botti di rovere per circa 18/20 mesi a cui seguono poi altri 6 mesi in bottiglia. Il colore è un rosso rubino intenso, con un forte profumo di sottobosco, amarene e prugne. Il gusto è molto robusto e complesso. I sapori decisi come grigliate di carne e formaggi di carne sono l’abbinamento giusto per questo vino.

Essendo vini intensi e profumati, di grande corpo e struttura, vanno degustati aprendo la bottiglia almeno un’ora prima a una temperatura attorno ai 18/20°.